Comune di Pomezia

Informazione all’utenza ai sensi della delibera ARERA 444 del 31/10/2019 in merito alla trasparenza nel servizio di gestione dei rifiuti per il periodo di regolazione 1° aprile 2020 – 31 dicembre 2023

Ai sensi della delibera ARERA, nella presente pagina sono riepilogati i contenuti informativi minimi organizzati in modo da favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni relative alla gestione della raccolta e trasporto dei rifiuti urbani ed allo spazzamento e lavaggio delle strade. 

GESTORE ATTIVITA’ DI DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE E RAPPORTI CON GLI UTENTI

https://www.comune.pomezia.rm.it/tasse

UFFICIO TRIBUTI DEL COMUNE

Complesso Selva dei Pini

Via Pontina km 31,400

00071 Pomezia Rm

UFFICIO IGIENE AMBIENTALE

Per richiedere i kit per la raccolta differenziata èattraverso la consegna al suddetto uffcio della MODULISTICA.

Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina web dedicata https://www.comune.pomezia.rm.it/porta_a_porta

 

GESTORE RACCOLTA, TRASPORTO, ISOLA ECOLOGICA, LAVAGGIO E SPAZZAMENTO DELLE STRADE

FORMULA AMBIENTE S.P.A.

SERVIZI AMBIENTE TERRITORIO ENERGIA

SITO WEB

MODULISTICA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Sede legale:

Via dei Rottamai, 51

47521 Cesena (FC)

Sede operativa:

Via Vaccareccia n. 12

00071 Pomezia (RM)

ISOLE ECOLOGICHE

Le isole ecologiche presenti nel territorio comunale sono consultabili al presente link ISOLE ECOLOGICHE.

Per quel che riguarda, invece, i rifiuti conferibili presso le isole, si invitano gli utenti a visionare i seguenti prospetti

RIFIUTI CONFERIBILI I.E. VIA CINCINNATO

RIFIUTI CONFERIBILI I.E. VIA LAS VEGAS

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

UFFICIO TRIBUTI

Centralino: 0683997842, orario martedì e giovedì 8,45-11,45/15,15-17,15 (per i soli mesi di aprile e ottobre: dal lunedì al venerdì 8,45-11,45, martedì e giovedì anche 15,15-17,15);

E-mail: ufficio.tributi@comune.pomezia.rm.it

Pec: tributi@pec.comune.pomezia.rm.it

Sportello al pubblico: martedì e giovedì: 8,45-11,45/15,15-17,15 (previa prenotazione);

(per i soli mesi di aprile e ottobre: dal lunedì al venerdì 8,45-11,45, martedì e giovedì anche 15,15-17,15);

Fino al termine dell’emergenza COVID, l’ufficio tributi riceverà il pubblico ESCLUSIVAMENTE mediante prenotazione online previa registrazione al seguente link:

https://www.tupassi.it/login-prenotare-servizio-con-tupassi/

I giorni e gli orari disponibili per la prenotazione sono visualizzabili una volta effettuato l’accesso al portale.

Per ulteriori informazioni e per prenotazioni  si può telefonare al numero 06 83997842 il martedi e il giovedi dalle ore 8.45 alle ore 11.45 e dalle ore 15.15 alle ore 17.15.

Per i solleciti di cortesia si può contattare anche il numero 06 83997817 nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.45 alle 11.45.

 

UFFICIO IGIENE AMBIENTALE

Telefono: 06 91146266 (solo per informazioni) – martedì e giovedì dalle 9.00 alle 12.00;

Sportello al pubblico: Complesso Selva dei Pini, via Pontina km. 31,400, stanza 229, II piano il – martedì e giovedì dalle 9.00 alle 12.00;

E-mail: portaaporta@comune.pomezia.rm.it – vigilanza.rifiuti@comune.pomezia.rm.it

 

FORMULA AMBIENTE S.P.A.

Da fisso: 800 678229 dal lunedì al venerdì 8.30-12.30 e 14.30-17.30

Da mobile: 06 6941435

Sede via Vaccareccia: 06 91801135

E-mail: pomezia@formulambiente.it

PARLA CON NOI – FORMULA AMBIENTE

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

MODULISTICA UFFICIO TRIBUTI

 

 

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

ORARI DELLA RACCOLTA

I contenitori vanno esposti entro le ore 11.00 e ritirati dopo lo svuotamento che verrà effettuato, nei giorni previsiti dal calendario, entro le ore 12.00.

CALENDARIO DELLA RACCOLTA

CALENDARIO UTENZE DOMESTICHE

CALENDARIO UTENZE NON DOMESTICHE

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

RACCOLTA A CHIAMATA

La raccolta a chiamata è una raccolta svolta presso il civico dell’utente, al piano stradale, in
area accessibile al personale addetto. Il servizio, da richiedere su prenotazione, riguarda:
• Raccolta domiciliare ingombranti;
• Raccolta RAEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche);
• Raccolta domiciliare del verde domestico (in sacchi trasparenti e fino ad un massimo di 5 sacchi per ritiro)
Il servizio è su prenotazione (vedi RECAPITI)
La raccolta è gratuita al piano stradale.

RACCOLTA RIFIUTI PERICOLOSI

PILE ESAUSTE
Modalità di raccolta: stradale
Frequenza minima di svuotamento: 12 volte/anno

PUNTI DI RACCOLTA

FARMACI SCADUTI
Modalità di raccolta: stradale
Frequenza minima di svuotamento: 12 volte/anno

PUNTI DI RACCOLTA

RACCOLTA OLI ALIMENTARI ESAUSTI

È attivo il servizio di raccolta degli oli alimentari usati in cucina per le fritture, la cottura e la conservazione dei cibi, che vanno conferiti, dentro una bottiglia di plastica, all’interno degliappositi contenitori.
I contenitori sono disponibili a:

POMEZIA

Via Santorre di Santarosa 29 – Supermercato Iperdem

Via Castelli Romani 10/12 – Supermercato Iperdem

Via del Mare – Supermercato Carrefour

Via Copernico – Supermercato Leon

TORVAIANICA

Piazza Italia 24 – Supemercato Todis

Via Siviglia 9 – Camping Il Delfino

Viale Francia – Supermercato SIGMA

Viale Francia – Punto carni

PROCULA – TORVAIANICA ALTA

Via di Santa Procula 6 – Supemercato Conad

Via Mar Tirreno – Contenitore HUMANA

Il servizio è gestito dall’Amministrazione comunale.

RACCOLTA INDUMENTI USATI

Capi di abbigliamento (abiti, berretti, biancheria intima, calze e calzini, cappelli, guanti in lana o cotone), calzature (zoccoli, ciabatte, scarpe), gli accessori (borse, astucci scolastici, astucci per il trucco, zaini, cinture, bottoni) possono essere conferiti nei contenitori appositi presenti sul territorio comunale.

PUNTI DI RACCOLTA

RACCOLTA PANNOLINI E PANNOLONI

Il servizio di raccolta dei pannolini e pannoloni è attivo settimanalmente presso le utenze che ne fanno richiesta presso il Settore Tutela Ambiente del Comune di Pomezia.
Gli utenti del servizio devono ritirare l’apposito contenitore presso l’Ecosportello.
Giorni di raccolta:
sabato, tra le ore 13:00 e le ore 19:00.

COMPOSTAGGIO DOMESTICO E COMUNITARIO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Alle utenze che ne facciano motivata richiesta verranno distribuite, in comodato d’uso gratuito, compostiere domestiche.
I requisiti indispensabili per poter accedere alla concessione è l’essere in regola con il pagamento della tassa comunale sui rifiuti.
La richiesta dovrà essere effettuata dall’intestatario dell’utenza compilando la “Dichiarazione di impegno per la pratica del compostaggio domestico” (disponibile sul sito web delComune e presso gli uffici comunali) e presentando la seguente documentazione:
• Fotocopia di un documento di identità del richiedente;
• Fotocopia della ricevuta di pagamento della tassa comunale sui rifiuti.
Le richieste, complete della relativa documentazione, andranno consegnata al:
Comune di Pomezia, Settore Tutela dell’Ambiente
c/o Complesso “Selva dei pini” S.R. 148 “Pontina” km31,400
Martedì e Giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00

COMPOSTAGGIO COMUNITARIO

Scuole, condomini, associazioni ecc.. posso fare motivata richiesta per attivare modalità di compostaggio comunitario, se dispongono di
• uno spazio adatto dove posizionare la compostiera, per il conferimento regolare dell’organico;
• un’area verde adeguata e dove distribuire il compost che verrà ottenuto.

 

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

DI SEGUITO IL LINK DELL’AREA DEDICATA PRESENTE SUL SITO WEB DEL GESTORE:

CONSIGLI PER UNA CORRETTA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

Percentuale raccolta differenziata 2021:  69,69%

PERCENTUALE DI DIFFERENZIATA 2021

Percentuale raccolta differenziata 2020: 71,09%

PERCENTUALE DI DIFFERENZIATA 2020

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

Il servizio sarà svolto, secondo il programma stradale concordato con l’Amministrazione comuale, a partire dalle ore 6.00 a.m. e si concluderà entro le ore 12.00 a.m. dando priorità, nelle prime ore del mattino, alle strade a maggior frequentazione al fine di renderle libere a partire dalle 8.00 a.m.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito dell’area dedicata nel sito del comune, PULIZIA STRADE

Di seguito si dettagliano alcuni servizi associati allo spazzamento delle strade:

SVUOTAMENTO DEI CESTINI

Lo svuotamento dei cestini e la sostituzione del sacco avviene dal lunedì al sabato.

L’operazione di svuotamento è comprensiva dello spazzamento dell’area circostante (raggio di 5 mt).

PULIZIA  DELLE AREE MERCATALI

Nei 4 i mercati rionali settimanali nel Comune di Pomezia, è previsto uno speciale servizio di raccolta rifiuti e spazzamento stradale, che prevede in particolare:
• sistemazione di contenitori carrellati;

• pulizia (spazzamento, lavaggio e sanificazione) di tutta l’area con mezzo spazzatrice;

• raccolta di rifiuti di ogni genere e allocazione in un mezzo compattatore.

PULIZIA DELLE CADITOIE

Il servizio di pulizia e spurgo caditoie riguarda tutti i pozzetti, griglie e caditoie stradali per la raccolta delle acque meteoriche, comprese nei perimetri di spazzamento.
Il numero di caditoie e gli interventi sono concordati con l’Amministrazione comunale. Il servizio sarà comunque garantito entro il mese di ottobre di ogni anno.

RACCOLTA DI CARCASSE

È attivo il servizio di raccolta e trasporto di carogne di animali domestici o selvatici di ridotte dimensioni.
Il servizio è su segnalazione. L’intervento è effettuato entro le 12 ore dalla stessa.

Ulteriori informazioni sono reperibili al sito: POMEZIA DIFFERENZIA

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

Determinazione della tariffa (art. 11 del Regolamento Tari)
1. Il tributo comunale è corrisposto in base a tariffa commisurata ad anno solare, cui corrisponde un’autonoma obbligazione tributaria.
2. La tariffa è commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte, sulla base delle disposizioni contenute nel Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158.
3. La tariffa è determinata sulla base del Piano Finanziario con specifica deliberazione del Consiglio Comunale da adottare entro la data di approvazione del bilancio di previsione relativo alla stessa annualità.
4. La deliberazione, anche se approvata successivamente all’inizio dell’esercizio, purché entro il termine indicato al comma precedente, ha effetto dal 1º gennaio dell’anno di riferimento. Se la delibera non è adottata entro tale termine si applicano le tariffe deliberate per l’anno precedente.Articolazione della tariffa (art. 12  del Regolamento Tari)
1. La tariffa è composta da una quota fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare agli investimenti per opere e ai relativi ammortamenti, e da una quota variabile, rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, alle modalità del servizio fornito e all’entità dei costi di gestione, in modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di
esercizio, compresi i costi di smaltimento.
2. La tariffa è articolata nelle fasce di utenza domestica e di utenza non domestica.
3. L’insieme dei costi da coprire attraverso la tariffa sono ripartiti tra le utenze domestiche e non domestiche secondo criteri razionali

Tariffa per le utenze domestiche (art. 14 del Regolamento Tari)
1. La quota fissa della tariffa per le utenze domestiche è determinata applicando alla superficie dell’alloggio e dei locali che ne costituiscono pertinenza le tariffe per unità di superficie parametrate alnumero degli occupanti, secondo le previsioni di cui al punto 4.1, Allegato 1, del Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158, in modo da privilegiare i nuclei familiari più numerosi.
2. La quota variabile della tariffa per le utenze domestiche è determinata in relazione al numero degli occupanti, secondo le previsioni di cui al punto 4.2, Allegato 1, del Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158.
3. I coefficienti rilevanti nel calcolo della tariffa sono determinati nella delibera tariffaria.

Tariffa per le utenze non domestiche (art. 16 del Regolamento Tari)
1. La quota fissa della tariffa per le utenze non domestiche è determinata applicando alla superficie imponibile le tariffe per unità di superficie riferite alla tipologia di attività svolta, calcolate sulla base di coefficienti di potenziale produzione secondo le previsioni di cui al punto 4.3, Allegato 1, del Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158.
2. La quota variabile della tariffa per le utenze non domestiche è determinata applicando alla superficie imponibile le tariffe per unità di superficie riferite alla tipologia di attività svolta, calcolate sulla base di coefficienti di potenziale produzione secondo le previsioni di cui al punto 4.4, Allegato 1, del Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158.
3. I coefficienti rilevanti nel calcolo della tariffa sono determinati per ogni classe di attività contestualmente all’adozione della delibera tariffaria.

 

REGOLAMENTO TARI 2021

 

 

 

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

Regole per il calcolo della tariffa

La tariffa sui rifiuti è calcolata secondo la normativa prevista dal D.P.R. 158/99 pertanto è articolata nelle fasce di utenza domestica e non domestica. È composta da una parte fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio di gestione dei rifiuti, e da una quota variabile, rapportata alle quantità di rifiuti conferita ed ai relativi costi di gestione.

La quota fissa della tariffa relativa alle utenze domestiche è rapportata alla superficie di ogni categoria di dette utenze, come individuate dal regolamento di cui all’art. 14, comma 12, D.L. 201/2011, sulla scorta del numero dei componenti il nucleo familiare, corretta per uno specifico coefficiente di adattamento.

La quota variabile della tariffa è rapportata alla quantità totale di rifiuti prodotta dalle utenze domestiche, in relazione alle predette categorie di utenze, opportunamente corretta con specifici coefficienti.

Le utenze non domestiche sono suddivise in categorie omogenee, sulla base della quantità potenziale di produzione del rifiuto connesso alla tipologia di attività.

Per le utenze non domestiche, la quota fissa della tariffa è determinata rapportando i costi alla superficie di ogni categoria, adattata in base a specifici coefficienti che misurano la potenzialità di produzione del rifiuto.

La quota variabile della tariffa è calcolata in rapporto alla quantità di rifiuti prodotta, attribuita alle diverse tipologie di attività, applicando un opportuno coefficiente di adattamento.

Infine, sulla quota fissa e variabile è applicato il (Tributo per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente) di competenza provinciale, ai sensi dell’articolo 1, comma 666, della legge di stabilità 2014, vigente nella misura del 5% dell’imposta dovuta annua.

Per le utenze domestiche il calcolo della tari è così articolato:

(Tariffa Fissa x Superficie x (giorni / 365) + Tariffa Variabile x (giorni / 365) – Riduzioni)+5% addizionale provinciale

Per le utenze non domestiche il calcolo della tari è così articolato

(Tariffa Fissa x Superficie x (giorni / 365) + Tariffa Variabile x Superficie x (giorni / 365) – Riduzioni)+5% addizionale provinciale

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

QUANDO

Le agevolazioni e le riduzioni TARI vengono applicate, previo accertamento dell’effettiva sussistenza delle condizioni prestabilite, unicamente su richiesta scritta dell’interessato, limitatamente alle sole ipotesi previste dal regolamento (di seguito meglio specificate) e NON SONO CUMULABILI TRA LORO.
Laddove non diversamente specificato, per usufruire della riduzione è necessario inoltrare apposita dichiarazione entro il 30 giugno dell’anno successivo alla maturazione dei requisiti. La riduzione, se richiesta nei termini, ha efficacia per l’anno precedente, ma NON E’ RETROATTIVA oltre tale periodo di validità.
Il regolamento prevede le seguenti riduzioni:

  1. Abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso limitato e discontinuo a condizione che tale scelta sia specificata nella denuncia originaria o di variazione indicando l’abitazione diresidenza e l’abitazione principale e dichiarando espressamente di non voler cedere l’alloggio in locazione o in comodato, salvo accertamento da parte del Comune: riduzione del 10%;
  2. Abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi l’anno, all’estero: riduzione del 30%;
  3. Fabbricati rurali ad uso abitativo: riduzione del 30%;
  4. Nuclei familiari residenti a cui appartengono soggetti diversamente abili con invalidità riconosciuta pari al100% come da attestazione risultante dai verbali delle Commissioni sanitarie delle aziende sanitarie locali per la sola prima casa: riduzione del 50%;
  5. Ultra sessantacinquenni soli o con coniuge (oppure conviventi) aventi sempre più di sessantacinque anni che non siano proprietari di alcuna unità immobiliare produttiva di reddito al di fuori dell’abitazione in oggetto:
  1. riduzione del 50% nella parte fissa e nella parte variabile per un importo del tributo fino ad € 100.00;
  2. riduzione del 30% nella parte fissa e nella parte variabile per un importo del tributo da € 100.01 a €200.00;
  3. riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile per un importo del tributo da € 200.01 a €300.00;
  4. riduzione del 10% nella parte fissa e nella parte variabile per un importo del tributo da € 300.01 a €400.00;
  5. l’agevolazione non si applica qualora l’importo del tributo è superiore ad € 400.00
  1. Nucleo familiare con reddito complessivo pari alla pensione sociale: riduzione del 50% nella parte fissa e nella parte variabile;
  2. Unità immobiliari adibite a civile abitazione sprovviste di contratti attivi di fornitura dei servizi pubblici a rete: riduzione del 100% sulla parte variabile edel 30% sulla quota fissa;
  3. Utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto: riduzione del 30% della quota variabile (tale riduzione è subordinata alla presentazione di apposita istanza di iscrizione all’ albo compostatori presentata all’ Ufficio Ambiente del Comune);
  4. Per tutti coloro che adottano un cane di almeno due anni di età dal canile convenzionato con il Comune di Pomezia: per due annualità consecutive e comunque non superiore all’importo che il contribuente deve versare a titolo TARI per l’anno oggetto di imposizione: riduzione fino a 300 euro (tale riduzione è subordinata alla presentazione di apposita istanza entro e non oltre 30 giorni dalla data di adozione);
  5. Detrazione fino a 70 euro per una sola annualità per chi sterilizza un cane con microchip o tatuaggio intestato al contribuente.

Nessun tipo di riduzione è applicabile per gli immobili fino a 35 mq.

COME

Per chiedere la riduzione della TARI qualora si è in possesso dei requisiti prescritti, è necessario compilare in ogni sua parte e firmare l’apposito modulo di dichiarazione barrando la casella “riduzione” e allegando allo stesso la seguente documentazione:

  • per tutte le riduzioni: copia del documento di identità in corso di validità del dichiarante;
  • per la riduzione b): copia della documentazione attestante la dimora all’ estero per più di sei mesi l’anno;
  • per la riduzione c): copia della visura catastale dell’immobile;
  • per la riduzione d): copia dell’attestazione rilasciata dall’Azienda Sanitaria Locale. La riduzione ha la stessa validità temporale riportata nell’attestazione;
  • per la riduzione f): copia dell’ISEE(la documentazione va presentata ogni anno pena la decadenza della stessa);
  • per la riduzione g): copia deldocumento attestante l’avvenuto distacco delle utenze;
  • per la riduzione i): copia deldocumento di adozione;
  • per la riduzione j): copia del documento attestante l’inserimento del microchip o tatuaggio intestato al contribuente e copia della ricevuta di pagamento della sterilizzazione.

DOVE

La suddetta documentazione può essere consegnata personalmente presso lo Sportello Tributi, oppure trasmessa a mezzo Pec all’indirizzo tributi@pec.comune.pomezia.rm.it , oppure inviata a mezzo email ordinaria registrandosi al Portale Tributi per il cittadino.
Per le istanze inoltrate a mezzo posta elettronica,l’ufficio provvede a dare riscontro al contribuente entro 30 giorni dalla ricezione delle stesse.
NOTA BENE:
Sul Portale Tributi è possibile altresì accedere alla propria scheda anagrafica e immobiliare dove in autonomia si possono apportare modifiche ai dati presenti concorrendo in tal modo ad aggiornare la banca dati comunale, in linea con il progetto di fiscalità comunale partecipata. Le modifiche apportate in tale sezione fungono da segnalazione e non hanno in alcun modo valore di dichiarazione, né sostituiscono le procedure descritte in questa pagina.

https://www.comune.pomezia.rm.it/tari_riduzioni

UTENZE NON DOMESTICHE RELATIVE A STUDI PROFESSIONALI
In ottemperanza a quanto disciplinato dall’art. 58-quinques della legge 157/2019, la categoria riferita alle suddette utenze viene modificata dalla 11-Uffici, agenzie, studi professionali alla 12-Banche, istituti di credito e studi professionali.
Il credito derivante dal passaggio dalla categoria 11 “Uffici e agenzie” alla 12 “ Banche, istituti di credito e studi professionali” sarà compensato sull’avviso di pagamento Tari 2021.
Nel caso in cui l’utenza TARI venga cessata, sarà possibile richiedere il rimborso del credito ai sensi dell’art. 12 del vigente Regolamento delle Entrate Comunali, approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale nr. 24 del 30/06/2020.

PER LE RIDUZIONI PREVISTE PER LE UTENZE NON DOMESTICHE DELLE PERSONE GIURIDICHE si rimanda alla pagina dedicata sul sito del Comune:

https://www.comune.pomezia.rm.it/tari_utenze_giuridiche_riduzioni

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

DELIBERA DI APPROVAZIONE

TARIFFE TARI 2022

 

 

Ultimo aggiornamento 6 maggio 2022

REGOLAMENTO TARI 2021

DELIBERA DI APPROVAZIONE

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

MODALITA’ DI PAGAMENTO

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

  • Primo acconto – scadenza 30/04/2022 nella misura del 50% di quanto dovuto complessivamente per l’anno 2022;

  • Secondo acconto – scadenza 30/10/2022 nella misura del 50% di quanto dovuto complessivamente per l’anno 2022;

  • Saldo – scadenza 30/4/2022 a conguaglio di quanto già versato.

 

 

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

 

La bolletta TARI viene spedita via posta una sola volta all’ anno prima della scadenza dell’ acconto presso l’indirizzo comunicato dall’ intestatario in fase di iscrizione alla TARI oppure desunto dalla documentazione in possesso dell’ufficio e dalle banche dati comunali quando l’iscrizione alla TARI avvenga d’ufficio.
In caso di mancata ricezione della bolletta a mezzo posta è sempre possibile scaricare e stampare in autonomia la stessa, dall’ area “documenti personali” presente sul Portale Tributi per il cittadino cui si accede previa registrazione.

PORTALE DEL CITTADINO

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022

Ultimo aggiornamento 28 febbraio 2022